FISAC CGIL

Rappresentanza Sindacale Aziendale Banca di Credito Coop. di Roma

 
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Benvenuti su fisacbccroma

No ai licenziamenti facili nel Credito Cooperativo - i valori non si scambiano - differenti per scelta

E-mail Stampa PDF

Visto che le parti firmatarie dell'accordo di rinnovo del CCNL Credito Cooperativo del 21 dicembre 2012 hanno previsto l’insediamento di una commissione tecnica che entro il 31.12.2013 dovrà “armonizzare le norme del presente contratto alle disposizioni della legge 28 giugno 2012, n 92 e successive modificazioni, anche in ordine alla modulazione delle stesse rispetto alle specificità del settore” (v. “Legge Fornero”);

considerato che la nuova legislazione regola diversamente il mercato del lavoro e prevede anche la modifica della disciplina dei licenziamenti individuali e che sono esclusi da queste norme peggiorative solo i lavoratori soggetti a previsioni contrattuali di maggior favore;

considerato che l’articolo 78 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro nel prevedere il diritto di reintegra in caso di licenziamento ingiustificato risulta oggi superiore alla legge tutelando oggi lavoratrici e lavoratori da facili licenziamenti, e che tali tutele valgono per TUTTI i lavoratori del Credito Cooperativo indipendentemente dalle dimensioni aziendali;

convinti che la natura differente e solidale, che il Credito Cooperativo afferma continuamente, sia un obiettivo da perseguire con proprie politiche gestionali che possono e devono essere diverse da quelle di molte altre aziende rivolgendo particolare attenzione ai collaboratori anche in coerenza con la Carta dei Valori del Credito Cooperativo

si ritiene necessario verificare tali specificità e coerenza e pertanto chiediamo alle Segreterie Nazionali delle organizzazioni sindacali di categoria l’impegno formale a mantenere l’articolo 78 del CCNL nella sua versione preesistente.

per firmare la petizione on line (un solo minuto) clicca qui

 

Chi risponde dall'altro capo del telefono in Cassa Mutua Nazionale ?

E-mail Stampa PDF

a cura _vaccino.jpgdella RSA di ICCREA Banca

Di recente la nostra struttura ha avuto modo di conoscere alcune colleghe della Cassa mutua Nazionale. Abbiamo ascoltato come lavorano, le loro ragioni ed abbiamo raccolto una forte volontà al confronto esterno con altri colleghi del credito cooperativo. Conoscere meglio e di più, il punto di vista di queste lavoratrici del Credito Cooperativo è utile per tutti quanti. Il confronto è stato di natura sindacale ed ha tenuto in considerazione l'ambiente di lavoro particolare che si discosta, anche se non di molto, dalle problematiche di tanti altri posti di lavoro. La presenza femminile in CMN risulta prevalente, circa l'80%, sono 17 donne su 22 dipendenti complessivi. Dunque tante donne con una età media bassa, che svolgono spesso diverse mansioni: dal lavoro

Ultimo aggiornamento Domenica 27 Gennaio 2013 17:49 Leggi tutto...
 

Contratto BCC: ora il voto delle assemblee delle lavoratrici e dei lavoratori

E-mail Stampa PDF

Care colleghe e cari colleghi,

come già sapete , dopo circa un anno di trattative con Federcasse, nella notte di venerdì 21 dicembre è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro dei Quadri Direttivi e delle Aree professionali del Credito cooperativo.

L’ipotesi d’accordo sarà sottoposta unitariamente alla valutazione di tutte le lavoratrici e i lavoratori del Movimento.

In questi lunghi mesi abbiamo condiviso con Voi la preoccupazione per un negoziato difficile e incerto.

Ma anche la convinzione che, con il Vostro sostegno, avremmo raggiunto l’obiettivo del rinnovo del CCNL scaduto il lontano 31 dicembre 2010.

Un nuovo contratto, che scadrà già il prossimo 31 dicembre 2013. Abbiamo ritenuto non opportuno modificare e/o procrastinare la naturale scadenza del CCNL.

Tanto più, ora - ad esito della consultazione e del voto della Categoria - , propedeutici allo scioglimento della riserva formulata a Federcasse dalle Organizzazioni sindacali, dovremo impegnarci a gestirlo bene a tutti i livelli.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 02 Gennaio 2013 09:35 Leggi tutto...
 

21 dicembre 2012 firmato l'accordo di rinnovo del CCNL per il Credito Cooperativo

E-mail Stampa PDF

firma.jpg

subito dopo la manifestazione di ieri e prima dello sciopero arriva l'accordo di rinnovo del CCNL

Nella prima ora di oggi 21 dicembre 2012 è stato siglato l'accordo di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per le lavoratrici ed i lavoratori del Credito Cooperativo.

Un accordo che, dopo una difficile trattativa, trova una sua definizione nel segno della solidarietà, della responsabilità, della valorizzazione del ruolo delle lavoratrici e dei lavoratori del Credito Cooperativo.

Un accordo che prevede un recupero retributivo senza alcuna sterilizzazione; che norma, per la parte di competenza, l'erogazione del premio di produttività per gli anni 2012 e 2013 (da erogare negli anni 2013 e 2014; che prevede strumenti a tutela dei livelli occupazionali; che non recepisce alcune modifiche della Legge 92/2012 con particolare riferimento ai licenziamenti individuali, mantenendo la attuale normativa contrattuale sul diritto di reintegra.

Un accordo che rivolge la sua attenzione agli strumenti di welfare di categoria con particolare attenzione ai giovani.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Access this URL (http://www.fisac.it/documenti/Credito%20Cooperativo/ContrattiNazionali/ccnlaree2012/accordoccnlfedercasse21122012.pdf)accordoccnlfedercasse21122012.pdfIl testo dell'accordo di rinnovo del CCNL Credito Cooperativo del 21 12 2012fabrizio petrolini269 Kb
Access this URL (http://www.fisac.it/documenti/Credito%20Cooperativo/ContrattiNazionali/ccnlaree2012/EDR%20ipotesi%20accordo%20rinnovo%2021%20dicembre%202012-1.pdf)EDR%20ipotesi%20accordo%20rinnovo%2021%20dicembre%202012-1.pdfLa tabella degli aumenti economici EDR -accordo di rinnovo CCNL Credito Cooperativofabrizio petrolini22 Kb
Ultimo aggiornamento Venerdì 21 Dicembre 2012 19:18
 

IL CREDITO COOPERATIVO NON HA PADRONI!!!

E-mail Stampa PDF

IL CREDITO COOPERATIVO NON HA PADRONI!!!

Proclamazione dello stato di mobilitazione della categoria e sciopero!!!

COLLEGHE e COLLEGHI,

dopo un anno di trattative e con un contratto scaduto al 31/12/2010,il negoziato con la Delegazione di Federcasse si è definitivamente interrotto.

A nulla è valsa la procedura Ministeriale di conciliazione, dove la stessa Federcasse in data 15 novembre si era resa disponibile per arrivare in “tempi brevi” alla definizione del rinnovo contrattuale.

Quelle stesse trattative che dopo un'ultima sessione di incontri in data 21 e 22 novembre sembravano aver raggiunto finalmente un equilibrio complessivo su tutte le materie normative ed economiche oggetto del rinnovo contrattuale.

Poi, per l’ennesima volta, la Delegazione di Federcasse subiva al suo interno l’ulteriore convulsione e ribaltamento di posizione, tornando in sede Ministeriale il giorno 4 dicembre a negare le condivisioni e a revocare le disponibilità già espresse sia in quella sede che durante la trattativa di fine novembre.

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (COMUNICATO AI LAVORATORI.pdf)COMUNICATO AI LAVORATORI.pdf fabrizio petrolini82 Kb
Ultimo aggiornamento Venerdì 07 Dicembre 2012 14:07 Leggi tutto...
 

Premio di risultato anno 2011 Federazione BCC Lazio Umbria Sardegna

E-mail Stampa PDF

In data 1 ottobre 2012 si è svolto, tra le OO SS e la Federazione delle BCC Lazio Umbria Sardegna, l'incontro di verifica dei dati di bilancio utile alla definizione del Premio di Risultato relativo all’esercizio 2011 da erogare nel 2012, così come previsto dal Contratto Integrativo Interregionale.

L'esito della verifica, svoltasi sulle regole di calcolo previste, ha determinato un premio medio per dipendente di circa 2.120,00 euro (vedi allegato).

Sono sette le Banche che, secondo le previsioni contrattuali, non erogano il premio (Barbarano, Cagliari, Castelli Romani, Garigliano, ex Perugia, Velino e Genzano). Per queste BCC le OO.SS. insieme alla FEDERLUS provvederanno ad avviare sessioni di confronto volte ad approfondire le criticità delle singole aziende coinvolte, a vario titolo, dalla mancata erogazione del PdR.

Come noto il premio verrà erogato con la retribuzione del mese di ottobre 2012, allo stesso verrà applicata la tassazione agevolata prevista per gli incrementi di produttività secondo le previsioni di legge - imposta sostitutiva del 10%, in luogo della aliquota ordinaria, fino ad limite di euro 2.500,00 (in tale importo sono ricomprese anche altre voci retribitive legate alla produttività), per i lavoratori che nel corso dell'anno 2011 abbiano percepito un reddito da lavoro dipendente non superiore a euro 30.000,00.

In allegato  la tabella riepilogativa del premio di rilultato definito il 1 ottobre 2012.

Restiamo a disposizione per ogni eventuale necessità o informazione.

Roma 2 ottobre 2012
FISAC CGIL
Coord. BCC Lazio Umbria Sardegna

Attachments:
FileDescrizioneUploaderFile size
Download this file (LazioUmbriaSardegna_Pdr_erog_2012.pdf)La tabella relativa al premio 2011 Federlus fabrizio petrolini41 Kb
Ultimo aggiornamento Mercoledì 03 Ottobre 2012 14:30
 
Altri articoli...
Pagina 3 di 20
Banner

Login Form

Newsletter


La verità è la cosa più preziosa che abbiamo. Economizziamola.

Mark Twain


Lunedì
Maggio 2018
21

Sul Web

Siti consigliati:
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner

Chi è in linea

 15 visitatori online